LA VOCE DI BUCCINO

CHI SIAMO…

Quest’anno festeggiamo i 25 anni di questo periodico.
Nella prima pagina del n. 0 di Luglio 1994, scrissi l’editoriale dal titolo “ Chi siamo”.
Era un vero e proprio manifesto di presentazione che iniziava con queste parole: “alla domanda: chi siamo, da dove veniamo e cosa vogliamo così rispondiamo: siamo uomini liberi che veniamo da ogni angolo del nuovo e vecchio mondo, ma che siamo legati a Buccino da radici che nessun sconvolgimento socio-politico passato, presente e futuro potrà mai tagliare”.
E concludevo prima con un invito: “a tutti i buccinesi che si riconoscono in questo messaggio è rivolto l’invito a sostenere questo giornale che farà giungere la voce degli emigrati buccinesi a Buccino e la Voce di Buccino ai buccinesi nel mondo”.
E in fondo scrivevo: “ la speranza è che dalle pagine anche se ridotte di questo periodico possono nascere progetti e realizzazioni che consentano agli emigranti buccinesi e ai loro familiari, di questi ultimi molti non hanno mai visto Buccino, di rivedere o conoscere le proprie origini”.
Durante questi venticinque anni ho fatto più volte il” tagliando al motore” de La Voce di Buccino e un bilancio.
Nell’editoriale n.2 Estate 2004 in occasione del decennale, dal titolo: Luglio 1994 – Luglio 2004: un articolo lungo 10 anni, che riporto in altra pagina ricordai il primo e il secondo giorno di distribuzione del giornale a Buccino e feci i nomi dei tanti collaboratori che si erano succeduti e aggiunsi questa riflessione: “ rispondere a muso duro alle accuse più o meno velate di aver messo su un giornale politico aveva fatto allontanare quei pochi che saltuariamente avevano collaborato con me”.
Vi invito a leggere questi editoriali perché sono esplicativi del clima che ho trovato fin dall’uscita del primo numero. In questi editoriali e in altri ho spesso raccontato il mio difficile viaggio solitario nel deserto volceiano.
Perché non ero disponibile a farmi arruolare come uno dei tanti soldati delle truppe cammellate, per poter proseguire il viaggio.
Ho avuto la fortuna di vivere lontano da Buccino e quindi non costretto alla “dazione ambientale”.
Nel rivedere alcuni articoli scritti in questi 25 anni mi rendo conto sempre di più che la mia è stata un’impresa incredibile.
Non desidero passare per presuntuoso ma mi sento come un piccolo Davide contro Golia. Perché armato solo di spirito libero sono riuscito a sconfiggere tanti giganti dai piedi di argilla. Devo però ringraziare tanti buccinesi che chiaramente o in maniera “silente” mi hanno dimostrato amicizia e affetto e ce ne sono alcuni che non so nemmeno come si chiamano. Perché sono andato via da Buccino cinquant’anni fa e le mie venute nel paese natale diventano sempre più rade.
Anche se la speranza di creare un ponte solido tra noi buccinesi nel mondo e Buccino è stato reso impossibile, almeno un ponte aereo sono riuscito a crearlo e numerosi sono stati i messaggi di ringraziamento e di telefonate.
Pubblico una pagina dal numero Estate 2014 con alcune mail ricevute, e nei prossimi numeri continuerò a farlo perché queste lettere valgono più di tanti miei articoli.
Aggiungo solo che il mio amore per Buccino è stato sempre disinteressato, fin da quando avevo quindici anni e facevo parte della squadra di calcio locale.
Ed è proseguito in età matura con la nascita della Voce.

ANGELO IMBRENDA

COME RICEVERE IL GIORNALE

COME COLLABORARE AL GIORNALE

La Voce di Buccino ai sensi del decreto legislativo numero 70 del 15 Maggio 2017, riceve un contributo come pubblicazione edita in Italia e diffusa prevalentemente all’estero.
Il giornale si sostiene con il vostro contributo volontario.

Il foro competente per ogni controversia è quello di Roma.

Autorizzazione Tribunale di Roma n. 190/95 – Pubblicazione trimestrale dell’Associazione Buccinesi nel Mondo
Direttore editoriale: Angelo Imbrenda – Direttore responsabile: Claudia Izzo
Direzione redazione e amministrazione: Via Carolei, 22 – 00173 Roma
Tel e Fax: 06.72670085 – Cell: 329.6156267
Mail: lavocedibuccino@inwind.it – buccinesinelmondo@gmail.com